Monday, Jun 18th

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

Pugni amaranto: esordio per due neoprofessionisti della Spes Fortitude. Intervista con Lenny Bottai

E-mail
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 

Venerdì 17 luglio si svolgerà ai Bagni Lido l'abituale riunione estiva della Spes Fortitude "Pugni Amaranto", giunta quest'anno alla nona edizione. Come si nota dal manifesto affisso in città questa edizione sarà all'insegna del passaggio del testimone, tra Lenny Bottai, noto pugile popolare in città e non solo, ed i suoi due allievi di punta Jonathan Sannino e Federico Gassani. Insieme a questi due portacolori della boxe labronica, saliranno sul ring altri giovani dilettanti livornesi appartenenti alle palestre cittadine di boxe. Abbiamo scambiato due parole con Lenny per capire cosa ci aspetta venerdì.

locandina pugni amaranto 2015Due tuoi atleti, Jonathan e Federico, debutteranno a torso nudo. Che emozione sarà per loro e per te come insegnante?

Grandissima ovviamente. So cosa proveranno, solo a pensarci un attimo lo rivivo. Per me una grande soddisfazione, perché se contiamo almeno una decina, quindici, professionisti nella storia della boxe livornese dal dopoguerra, con la Fortitude abbiamo l'onore di poter dire che in meno di dieci anni di storia ne abbiamo già regalati ben tre a questa tradizione.
È una dimostrazione che in un ambiente popolare e antitetico al mercato si può fare qualità.

Che tipo di match saranno per loro?

Entrambe disputeranno una tappa del primo torneo italiano Neo Pro. I Neo Pro sono una categoria che abbiamo creato con la neo nata lega pro boxe di cui faccio parte, per favorire la competizione tra neo professionisti e far emergere chi merita.
Il torneo ha una fase a gironi, nella quale i pugili si affrontano e ad ottobre quelli nelle prime 4 posizioni disputeranno semifinali e finali organizzate dalla Lega e che andranno in Tv.
Un progetto che ho steso e curato personalmente con la Lega ed in particolare con Carlo Nori, presidente appassionatissimo di boxe che probabilmente sarà presente.
Vogliamo un cambiamento, meritocrazia pura, nessun privilegio o categoria protetta. E questa è la strada. In pochi mesi 100 elite (dilettanti di prima categoria) hanno scelto il passaggio e l'iscrizione al torneo.

Parlando di Jonny e Chico, quali qualità hanno e a che traguardi possono ambire?

Entrambi hanno buone doti, più che altro hanno quello che serve, serietà e dedizione negli allenamenti. Io ne faccio questione primaria. Tecnicamente sono bravi, non gli manca nulla, ma questo va avanti tutto per me, umiltà e voglia di mettersi in discussione, sacrificio. Poi lo sport è anche questione di situazioni, di fortuna, ma da qui si parte, e io ci credo tantissimo in entrambi. Mi hanno dato belle soddisfazioni.

I loro limiti da superare, se ne hanno?

Chico è un po' cialtrone, lo rimbecco sempre perché cura poco degli aspetti e più che sali di livello, più che i dettagli fanno la differenza, anche nella vita di tutti i giorni. Jonny, al contrario, prende tutto troppo serio deve essere più distaccato, altrimenti si brucia con le emozioni. Questo proprio a volerli migliori di quanto già sono per me eccellenti. Tecnicamente e caratterialmente sul ring, recepiscono e sanno ascoltare.

Quando leggiamo "nel segno della continuità" possiamo considerarlo a 360 gradi, cioè per quello che tu hai sempre rappresentato non solo nello sport?

Be, devo dire di si, ma lo decideranno loro, in modo molto naturale. Io non ho mai catechizzato nessuno in palestra, chi viene da me lo sa. Certe situazioni non si forzano, non siamo in caserma. Bene o male i ragazzi sono ragazzi di quartieri popolari e che frequentano i medesimi ambienti. Quindi direi che è naturalmente una continuità forse. Sono alla Fortitude da anni e quindi hanno imparato il valore e la differenza di vivere un'ambiente con determinati valori e soprattutto senza barriere e pregiudizi, se non per chi ne ha.

Gli altri incontri, come saranno?

Ci saranno sei match di sottoclou. Da una collaborazione con le palestre livornesi abbiamo inserito dei ragazzi, insieme contro avversari di altre regioni. Per noi combatteranno Sitri Alessio, bravo emergente nipote d'arte che ha il DNA del buon Mario, poi Boldrini Mattia, talento che viene da un ritiro con la nazionale under 19, ed in fine Poggetti, il nostro veterano guerriero di Vada. Poi per il Fight Team dell'amico Landi Alessandro e Igor Nencioni, ci saranno Antonio Giambastiani e Mattia Eliseo, due ragazzi validissimi con cui spesso ci alleniamo insieme, con uno spirito di collaborazione naturalissimo. Per l'Apl in fine, combatteranno Mattia De ruggiero e Andrea Giusto.

Pugni Amaranto è da sempre sinonimo anche di temi particolari, quest'anno cosa ci sarà?

Sì ovviamente in piena tradizione labronica non ci fermiamo allo sport ma ai temi cittadini a noi cari.
Questo sarà il terzo memorial Gino Calderini e faremo a suo nome una donazione alle Palliative, Gino è sempre con noi e personalmente mi manca tanto, inoltre per ricordare l'amico Romiti, padre di due nostri piccoli allievi scomparso pochi giorni fa, oltre a coniugare questa raccolta ho voluto fare anche un'iniziativa con il Coordinamento dei Lavoratori Livornesi, Massy era operaio Trw molto attivo. Ho stampato delle magli replica del Jobs Act che avevo a Las Vegas e tanto hanno fatto parlare e mi hanno chiesto. Le venderemo e tutti i proventi per intero (maglie e stampa le offro io, ovviamente) andranno a nome di Massy al coordinamento che si occupa di assistere lavoratori in lotta e difficoltà. Per noi è il modo migliore di ricordare lui e abbracciare Tiziana, la moglie, e il fratello Andrea, oltre ai due piccoli guerrierini che aspettiamo in palestra e alla manifestazione. Ci sembra ovvio, che una manifestazione impregnata di Livornesità parli di Livorno e dei suoi problemi.

Le info per i biglietti?

Come sempre abbiamo voluto fare una promozione prevendita, vista la crisi se qualcuno acquista i tagliandi entro mercoledì in palestra da noi, al Bar Paradiso o ai Bagni Lido, li paga solo 7€, da giovedì in poi si trovano solo sul posto a 10€, uno sforzo per avvicinare la gente. E credetemi, viste le spese con due professionisti e un'organizzazione seria, non è facile. Tanto ha voluto dire, come sempre, la collaborazione con Riccardo Ganni e i Bagni Lido, in linea sempre esemplare con noi e le nostre idee. Poi tutti i piccoli commercianti che ogni volta ci coadiuvano con le pubblicità. Investiamo molto in questo per coinvolgere le persone con lavoro certosino, sui social, coi video e con le pubblicità cartacee. Cerchiamo di compensare la non attenzione dei media verso la boxe.Oramai è una manifestazione che ha una storia ed è attesa da tutti.

Quindi non rimane che aspettare Pugni Amaranto 9. Alle 21:00 in punto fuoco alle polveri quindi.
 
Video Promo
 
16 luglio 2015
 
AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito