Saturday, Jul 21st

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

Livorno vs. Modena 2 a 0. Back to the victory!

E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

tratto da http://www.alelivorno.it

Il Livorno torna alla vittoria dopo quattro partite, sette gol subiti ed un solo gol segnato. Buona partita degli amaranto, non ottima. Prestazione non certo entusiasmante, ma figlia della caparbietà e della voglia di riscatto da parte dei ragazzi di Panucci.

Il Livorno si presenta con una difesa inedita, Maicon, Vergara, Ceccherini e Lambrughi nell'ordine. L'attacco sorretto da Comi con Pasquato e Aramu a sostegno.

Il primo tempo è scevro di occasioni da parte della squadra amaranto, anzi è il Modena con due occasioni da gol, finite di poco fuori a rendersi più pericoloso della squadra labronica. Il Livorno è abulico, poco convinto e più che altro non pericoloso nell'area dei canarini.

Il primo tempo termina e siamo 0 a 0.

Il secondo tempo si apre con il cambio Biagianti out per Jelenic, ma la musica non cambia, anzi i primi cinque minuti sono un forcing degli emiliani, la squadra amaranto non riesce a superare la propria metà campo e il pallone danza pericolosamente nell'area amaranto. Al 7° come nella migliore tradizione calcistica, nel momento migliore di una squadra, arriva il gol degli avversari. Lancio lungo, spizzicata centrale di Comi palla che giunge a Pasquato che con un bel tiro dal limite dell'aria insacca nella porta modenese. 1 a 0 palla al centro.

I minuti passano la squadra ospite inizia a sentire la stanchezza e il Livorno ha ancora un paio di occasioni, prima con la coppia Pasquato/Aramu che in pochi secondi si vedono ribattere prima il tiro e poi il giocatore sardo spara fuori da favorevolissima posizione, poi un contatto dubbio di Jelenic con due difensori che il solerte direttore di gara sanziona con un cartellino giallo al giocatore sloveno. All' 83° poi standing ovation per il rientrante Vantaggiato che i tifosi amaranto salutano degnamente. Si arriva al 90°. Tre minuti di recupero e Jelenic fornisce in contropiede una palla invitante, che con un tiro calibrato Pasquato insacca. Triplice fischio finale e fine dei giochi.

Prestazione come già detto precedentemente non eccezionale, ma obiettivamente sono tre gli eventi positivi di questo pomeriggio. Il ritorno alla vittoria senza subire gol, che fa morale; la smossa alla classifica e infine il rientro di Vantaggiato. Speriamo che le tre cose combinate insieme al rientro, prossimo, di Fedato e di Vajushi renda giustizia alla squadra amaranto che presto possa tornare ai livelli di inizio stagione.

Se le quattro vittorie iniziali non sono state un fuoco di paglia, quest'anno ci sarà da divertirsi.

Vola Livorno... Vola...

TABELLINO

Livorno: Pinsoglio, Maicon, Ceccherini, Vergara, Lambrughi (30'st Gasbarro), Luci, Schiavone, Biagianti (0' st Jelenic), Aramu, Comi (40'st Vantaggiato), Pasquato. A disposizione:Ricci, Gonnelli, Calabresi, Cazzola, Kukoc, Palazzi All. Panucci

Modena: Provedel, Calapai, Cionek, Marzorati, Rubin, Belingheri (35'st Doninelli), Giorico, Besea (34'st Marchionni), Nizzetto, Stanco, Mazzarani (28'Luppi). A disposizione:Manfredini, Aldrovandi, Minarini, Zucchini, Galloppa, Olivera. All. Crespo

Reti: 7', 37' st Pasquato

Ammoniti: 11' Besea, 38' Belingheri, 20'st Marzorati, 36'st Jelenic

Le pagelle

Pinsoglio: viene impegnato in prevalenza con palloni alti e lunghi. Compie un solo intervento a terra, decisivo, sul diagonale di Nizzetto nella ripresa. Sarebbe stata la rete del pareggio, dalle conseguenze nefaste. Voto 6.5

Maicon: come per molti altri compagni disputa una gara modestissima nel primo tempo e accettabile nella ripresa, dove lavora bene in avanti. Però, accidenti, se evitasse di dare l'impressione di indolenza e svogliatezza della prima parte sarebbe molto meglio. Voto 6 meno

Ceccherini: al pezzo, senza tentennamenti. Archiviato l'incidente in allenamento e l'esclusione di Crotone, il bimbo livornese disputa una gara gagliarda e pulita, dando continuità ad una difesa senza pace per cambi tecnici o obbligati. Voto 6.5

Vergara: appunto, la difesa "collettiva". Forse l'idea ardita di Panucci è proprio questa: creare un reparto in cui ci sia l'intercambiabilità assoluta, almeno per ruoli, tra tutti gli elementi disponibili. In questo quadro progettuale si innesta l'esordio del giovane colombiano. Rischio calcolato, soprattutto perché nei canarini manca il Diablo Granoche, sostituito dal possente ma meno tecnico Stanco.  Il colosso d'ebano se la cava bene, tutto sommato, con un paio di errori senza conseguenze e cancellabili con l'affiatamento. Mostra una buona propensione a far ripartire il gioco, e una certa personalità. Voto 6 più

 

Lambrughi: la colonna amaranto torna laterale, senza fare una piega. Svolge un lavoro prezioso e accurato, come sempre. Esce un po' malconcio, speriamo che non si tratti di nulla di serio. Voto 6.5

Gasbarro (dal 31° st): buon spezzone del virgulto amaranto, entrato in un momento delicatissimo del match. Voto 6 di stima

Luci: gioca in modo meno vistoso del solito, rinunciando alle sue incursioni a favore di una migliore copertura e protezione. Voto 6 più

Schiavone: un po' troppo compassato, almeno nel primo tempo, nel quale le sue geometrie non fanno avanzare il Livorno. Meglio nella ripresa quando la squadra prende decisamente una trazione anteriore grazie al cambio di modulo. Voto 6 più

Biagianti: battagliero come sempre, anche se poco incisivo. Panucci lo toglie per motivi tattici, e indovina la sostituzione e il cambio di passo. Voto 6 meno

Jelenic (dal 1° st): entra nella partita con il piglio giusto, mettendosi a sinistra dei tre tenori che Panucci piazza alle spalle della torre Comi. La mossa spariglia le carte, il Livorno si insedia nella metà campo Canarina e non ne esce quasi più. Molto buone le sue penetrazioni verso il centro che i difensori gialli stentano a frenare. Su una di queste esce la rete che sigilla il match, con lo sloveno che serve a Pasquato un pallone che non si può sprecare. Voto 6.5

Aramu: fiorettista di qualità che da qualche giornata non mette a segno le stoccate che dovrebbe. Sbaglia un tiro che sembrava facile, colpendo malissimo un pallone respinto sui suoi piedi dal portiere e spedendolo a lato da tre metri. Comunque oggi non ci sono insufficienze... Voto 6 meno

Comi: dopo un primo tempo trascorso a picchiarsi con i centrali per trovare spazio, la nuova disposizione nella ripresa gli dà fiato e nuove possibilità. Mancano sempre le conclusioni, forse la sua umiltà e dedizione gli impediscono di tentare la via della rete ma un centravanti dovrebbe cercarla. Comunque il suo secondo tempo è prezioso, con la perfetta spizzata-assist per Pasquato e un altro paio di azioni simili. Voto 6 più

Vantaggiato (dal 40° st): in meno di dieci minuti cambia lo stato d'animo dei difensori modenesi. Questione di esperienza e carisma. Riesce ad essere pericoloso anche con i soli movimenti preparatori al tiro. Al suo ingresso si è avvertito il cambiamento di umore: non è un caso che il baricentro del Modena sia arretrato di almeno venti metri. Fa anche da talismano, il Livorno raddoppia dopo pochi minuti. Ripartiamo! Voto 6 di speranza

Pasquato: se gira come deve in serie B ha pochi giocatori davanti, per spessore tecnico. Saltiamo pure a pie' pari il primo tempo: nella ripresa si piazza dietro la torre e ne sfrutta alla perfezione l'assist di testa, prendendo freddamente la mira e bucando Provedel. Altrettanto glaciale si dimostra al sipario della partita, controllando la palla di Jelenic e segnando la sua prima doppietta amaranto. Un po' di continuità in più e avremo l'arma illegale del campionato. Voto 7.5

Panucci: complimenti veri e sinceri per la gestione e la lettura della partita. Non era facile trovarne il bandolo, dopo un primo tempo ai limiti della depressione. Il ritorno alle tre mezze punte dietro la boa si dimostra decisivo, e conferma la duttilità della rosa. Lasciamo perdere le disquisizioni sulla qualità del gioco: se c'era una gara in cui contava vincere era questa. Adesso gestiamo bene gli impegni ravvicinati. Voto 6.5

Ivano Pozzi
 
AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito