Monday, Jun 26th

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

Dario rimane in carcere senza processo. Filippeschi non è più il sindaco di Pisa

E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

dario_liberoSembra un incubo, invece è tutto vero. Stamani il processo per direttissima a Dario non c'è stato. Tutto è rimandato a domani, perchè sono stati cambiati e gonfiati i capi d'accusa. Adesso Dario è accusato di lesioni aggravate. Dopo la conferenza stampa di ieri di fronte alla caserma, abbiamo appreso infatti che uno dei carabinieri ha dichiarato di essere stato morso. Ci pare strano che sia uscito con così tanto ritardo con una dichiarazione del genere, ma vabbè.

Il nostro sbigottimento non è causato dai carabinieri, che non sono stati in grado di fare il loro lavoro, che hanno aumentato il livello di tensione e poi abusato del loro potere, in modo da ribadire ancora una volta che il primato della violenza è solo loro. Il nostro sbigottimento è causato dal Sindaco, che da oggi ha aperto definitavamente in questa città un'emergenza democratica.

Lo diciamo perchè deve essere chiaro: Filippeschi non è più il sindaco di Pisa e dei suoi cittadini, non è il sindaco della città universitaria famosa per la torre pendente. È un re illegittimo, circondato dagli ormai pochi fedeli che gli sono rimasti, sia dentro al partito che in giunta.

Una minoranza organizzata dedita alla violenza verso i più deboli, e sempre pronta a schierarsi con i più forti.

Un Sindaco prima di prendere posizione, dovrebbe perlomeno prendere in considerazione entrambi le parti coinvolte nella vicenda. Filippeschi invece ancora una volta si schiera con le forze dell'ordine e attacca alla cieca con rabbia e violenza, nella più completa ignoranza di ciò che è successo.

Lo fa perchè non gli interessa ciò che è successo, lo fa perchè è lui che ha chiesto la militarizzazione delle strade del centro, incapace di fare un discorso politico sulla vivibilità delle piazze e dei quartieri, sul bisogno di socialità dei molti giovani e meno giovani che popolano il centro d'estate.

Per questo lo ricorderemo come il peggiore Sindaco della storia, mandato da Roma a svolgere un compito che non è in grado di portare avanti. Per questo diciamo che non è più il nostro sindaco e ci riempie di rabbia sapere che Dario rimarrà ancora un giorno in prigione, senza aver capito ancora cosa ha fatto, senza processo, mentre quello che era il suo e il nostro sindaco, non si interroga minimamente sull'accaduto e chiede anzi maggior repressione.

Siamo sconcertati, anche se c’era da aspettarselo. Adesso non rimane che cacciare questa minoranza violenta dal governo di questa città, questo Sindaco che non rappresenta più nessuno, nemmeno chi per varie ragioni l'ha votato, e fare spazio alle forze democratiche reali che si sono sempre distinte per le loro pratiche civili e improntate a far sviluppare un senso di giustizia sociale e non di terrore e paura.

Pisa Libera dai violenti, Pisa libera da Filippeschi.

Dario libero!

tratto da http://www.autautpisa.it

11 luglio 2011

AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito