Saturday, Mar 25th

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

Cannito e Giannini: "Le parole di Pucciarelli sui manganelli evocano brutti ricordi"

E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Non è giusto parlare di tolleranza zero Livorno è democratica

manganelli_vigiliDestano enormi perplessità le dichiarazioni apparse sul Tirreno da parte del comandante dei vigili urbani in merito all’uso dei manganelli.
La dizione uso dei manganelli evoca brutti ricordi della storia del nostro paese.
Quello che desta maggiori perplessità deriva dalla frase «il comandante rassicura i cittadini che presto verranno usati»: la cosa non rassicura ma spaventa se si vogliono usare per reprimere. Ricordo che la dotazione della polizia municipale deve funzionare prevalentemente come deterrente visivo e non come pratica di uso, vedi pistola.
Dall’articolo sembra che le norme che non consentono l’uso dei manganelli siano inutili lacci procedurali, mentre tali vincoli rappresentano una garanzia democratica, Livorno non ha bisogno di sceriffi né di agenti formati alla repressione ma di un dialogo continuo con i cittadini esasperati da una durissima crisi economica.
Alla polizia municipale è chiesto prevalentemente di far rispettare piccole regole di convivenza civile, come ad esempio quella di evitare che i consiglieri fumino in stanze non consentite cosa che non riescono a gestire, visto che accade regolarmente in ogni consiglio e commissione. Quindi se la strada è quella che io concordo della tolleranza essa deve divenire un concetto esteso anche per i bagnanti che non trovano parcheggio o nei confronti di locali che cercano di tenere viva culturalmente ed economicamente la nostra città.
Evitiamo di usare l’odiosa dizione “tolleranza zero”.
Chiedo la convocazione di una commissione per ascoltare direttamente dal comandante perché l’uso dei manganelli e perché questa volontà di usarli, in quanto ritengo che la lettura di stralci di interviste potrebbe aver generato equivoci sulle reali intenzioni della polizia municipale e dell’amministrazione in generale, ricordando che Livorno si fonda su tradizioni democratiche e tolleranti quindi manteniamo le buone pratiche.

Lamberto Giannini (capogruppo Sel) Marco Cannito (capogruppo Città Diversa)

22 luglio 2011

AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito