Tuesday, Jan 23rd

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

Colline: la risposta del consigliere alle accuse del Coordinamento di quartiere

E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Leggo in diversi quotidiani la notizia del coordinamento Colline che mi nominerebbe per una vicenda su una iniziativa di quartiere nel parco Masini.

Link: Coordinamento Colline: "Il Comune ci ha impedito di fare l'iniziativa di quartiere al Parco Masini"

Quello che ha scritto il comitato è in parte esatto, infatti 20 giorni prima dell’evento, il 3 ottobre per la precisazione, ci trovammo presso il parco per sapere se fosse stato possibile fare una iniziativa con i vigili del fuoco. Mi resi disponibile a spiegare come funzionava chiamando direttamente i coordinatori dei cinofili dei VF e dargli ogni utile informazione per come attivarsi, spiegandogli di redigere una richiesta scritta al Comando dei VF, che venne portata e protocollata pochi giorni dopo. Nel contempo gli dissi di rivolgersi agli uffici del comune su quali permessi avrebbero dovuto richiedere, non essendo materia di mia competenza. La comunicazione verso l’amministrazione però avvenne solo con un messaggio privato alla vice sindaca, senza mai formalizzare ufficialmente la richiesta di svolgere questo evento.

Arrivati al giorno prima dell’avvenimento, dopo essere venuto a conoscenza che ci sarebbero potuto essere dei problemi con il Comando dei VF che chiedeva una richiesta formale da parte del Comune, mi sono rivolto alla vice sindaca se poteva farla. Disponibilissima a scrivere al Comando, dopo alcune telefonate si scoprì che nessuno aveva mai ricevuto richiesta formale per fare l’iniziativa. Visti i tempi brevi, dopo aver tenuto scambi telefonici col coordinamento siamo riusciti il pomeriggio di venerdì, a farci inviare una email che formalizzasse la richiesta. Con tutta fretta la vice sindaca si era intanto attivata per i permessi, ricevendo rassicurazioni prima dalla polizia municipale su eventuali permessi e poi cercando il dirigente dell’ufficio giardini. Solo allora siamo venuti a conoscenza di un divieto di accesso per cani del 2011 proprio su quel parco, rendendo difficile trovare una soluzione nel breve visto l’approssimarsi dell’evento. Il dirigente che segue le regole, suggerì di spostare l’evento in altro luogo idoneo ai cani, cercando una soluzione utile per tutti, idea rigettata dal comitato perché ormai l’evento era stato calendarizzato.

Dispiace leggere certe critiche, scrivendo “pur con grande disponibilità, vengo accostato a poca competenza”, come se una persona debba sapere tutto, ignorando che in realtà avevo dato ogni utile informazione. Per cui ritengo di non avere colpe e devo difendere pure il Comune, visto che alla fine chi doveva fare i passaggi burocratici si è trovato all’ultimo giorno per stendere la richiesta, mettendo in difficoltà tutti. Mi auguro che la prossima volta si possa avviare i percorsi nei tempi giusti, affinché si abbia il tempo per trovare i rimedi agli ostacoli burocratici, affinché vengano svolti gli eventi in tranquillità.

Galigani Marco

Consigliere Comunale 5 Stelle Livorno

24 ottobre 2016

AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito