Monday, Dec 09th

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

Fatti di Pistoia: scarcerato Della Malva, tolti i divieti di visita e colloquio agli altri imputati

E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

pistoia_banner_liberi_tutti.jpgLink: il comunicato del Comitato familiari e amici degli accusati di Pistoia

Nella giornata di ieri il giudice Luciano Costantini ha depositato la decisione circa le misure cautelari a carico dei 6 imputati nel processo per l'irruzione nella sede di Casa Pound a Pistoia. Gli avvocati della difesa infatti avevano chiesto la derubricazione del reato di devastazione e saccheggio (con a supporto la documentazione fotografica e il fatto che dopo poche ore la sede era già agibile come scritto su un forum dai fascisti stessi) e l'allentamento delle misure cautelari visto che uno degli imputati, Alessandro Della Malva, si trovava ancora in carcere mentre gli altri erano ai domiciliari con divieto di visita e colloquio. Ricordiamo che il settimo imputato, Marco Tonarelli, ha scelto il rito abbreviato e quindi sarà giudicato il 10 marzo prossimo.

Nella giornata di ieri è arrivata una buona prima notizia che Alessandro della Malva è uscito di carcere ed è agli arresti domiciliari mentre poche ore fa è giunta la notizia che agli altri è stato tolto il divieto di visita e colloquio. Per quanto riguarda la derubricazione della devastazione e saccheggio invece il giudice ha dichiarato che non è ancora in grado di valutare se ci sia stata o meno e per questo, dunque, si dovrà attendere lo svolgimento del processo.

Nei prossimi giorni potrebbe esprimersi la Cassazione circa la legittimità o meno delle misure cautelari. Intanto il livornese Vittorio Colombo avrà anche la possibilità di uscire per due ore al giorno visto che vive da solo.

Come redazione esprimiamo la nostra gioia e la nostra solidarietà a tutti gli imputati che, ricordiamo, si dichiarano estranei ai fatti. La battaglia processuale è ancora lunga ma questo è un primo piccolo passo verso quello che tutti ci aspettiamo: il proscioglimento. Quantomeno questa è una decisione che conferma la nostra impressione durante la prima udienza: si va verso un ridimensionamento dei fatti perchè le accuse e le misure che sono state prese verso questi 7 imputati non hanno niente a che fare con la normalità ma solo con l'eccezionalità.

red. 23 gennaio 2010

AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito