Monday, Mar 30th

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

Livorno, il terrore è nella foto di un uovo

E-mail
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 

uova_armateProtesta situazionista a Livorno nella notte tra il sette e l'otto novembre. Adesivi raffiguranti uova, (foto) simbolo della contestazione dell'autunno, stavolta al tegamino sono stati incollati sulla porta principale delle sedi di Confindustria, Cisl, Uil e della sezione del partito democratico della zona di via Garibaldi. Anche due banche hanno subito la stessa forma di protesta. Qualche settimana fa alcune uova, vere, furono lanciate contro la sede di Confindustrie e della Cisl per sottolineare l'assenza di politiche a favore dell'occupazione su un territorio a grave rischio di declino economico. L'uovo, come simbolo di contestazione, si è diffuso in tutta Italia proprio a partire dall'inizio di settembre e rappresenta una forma di dissenso alle politiche dei sindacati istituzionali e della Confindustria. Sugli adesivi ritrovati campeggia la scritta "Terror", evidentemente sia per sottolineare come le uova siano state equiparate grossolanamente al terrorismo che per ricordare che l'uovo è ormai simbolo di un dissenso che fa paura perchè maggioritario. Si ignora chi sia l'autore (o gli autori) del gesto.
Visto che dai soggetti interessati alla contestazione è molto difficile che venga un commento intelligente, o quantomeno appropriato, resta solo da invitare a non commentare l'affissione di qualche decina di adesivi come se fosse un'autobomba nel centro di Karachi.

Le foto dei luoghi "attaccati"

(red) 8 dicembre 2010


(ANSA) - LIVORNO, 8 DIC - Uova sulle sedi dei sindacati, di partito, su alcune banche. Non vere uova, ma riproduzioni su una decina di cartelli rotondi di uova 'al tegamino'. I cartelli sono stati affissi la notte scorsa a Livorno. La protesta ha interessato le sedi di Cgil, Cisl e Uil, un circolo del Pd e 2 banche. Nel caso degli istituti di credito, secondo una prima ricostruzione, il coinvolgimento sarebbe dovuto alla loro vicinanza con gli altri obiettivi dei manifestanti. Sui cartelli non ci sono firme ma la scritta: 'Terror'. La Digos indaga. (ANSA).

AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito