Tuesday, Sep 25th

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

Senza Naspi e Tfr: continuano le prese in giro agli ex lavoratori People Care

E-mail
Valutazione attuale: / 11
ScarsoOttimo 

prefettura livornoCome avevamo scritto più di un mese fa, l'odissea dei lavoratori e delle lavoratrici ex People Care continua. Dal giorno del licenziamento, cioè lo scorso 31 maggio, nessuno ha ancora visto il Tfr e la maggioranza deve sempre vedere corrisposta la famigerata Naspi, vale a dire l'indennità di disoccupazione. Due mesi e mezzo senza alcun reddito e i problemi che iniziano ad affiorare. Se per il Tfr si sapeva che a causa delle inadempienze dell'azienda ci potevano essere problemi, per quanto riguarda la Naspi invece erano state date garanzie. Da chi? Ma dal Prefetto naturalmente, cioè quella persona che funge da camera iperbarica in questa città. Quando c'è un problema i sindacati ormai hanno trovato uno schema consolidato: andare in gita dal Prefetto che tanto non risolverà niente, ma intanto racconta qualcosa ai lavoratori e fa passare il tempo. E la rabbia sbollisce.

All'ultimo incontro dal Prefetto di Livorno, lo scorso 3 luglio, oltre ai sindacati e ai rappresentanti dei lavoratori c'era anche un dirigente Inps, tale Venerdini. In quel consesso fu promesso il pagamento della Naspi entro fine luglio cercando di rimediare al ritardo causato dall'entrata in vigore del Jobs Act con annessa la riforma dell'indennità di disoccupazione voluta da Renzi prima delle elezioni regionali. Ma all'Inps non avevano ancora i software e solo dal 15 luglio hanno iniziato a lavorare le pratiche.

Nell'incontro dal Prefetto erano state promesse task force e dirigenti in prima fila per rispondere al più presto al pesante ritardo nell'erogazione dell'indennità di disoccupazione.

Al 13 agosto invece, ci continuano ad arrivare testimonianze e segnalazioni di pratiche sempre ferme, di ex lavoratori e lavoratrici che vanno agli sportelli e ogni giorno si sentono dire una cosa differente dal giorno prima: "Non vediamo la pratica", "c'è un bug nel sistema", "il funzionario è in ferie", "forse a fine agosto". C'è stato però anche qualcuno sincero e infatti dopo l'ennesimo sollecito fatto allo sportello un dipendente ha ammesso che le risposte che stanno dando sono casuali ma la verità è che i funzionari sono in ferie e loro hanno migliaia di pratiche da evadere e non ce la fanno perché nei mesi di entrata in vigore della legge si sono accumulate.

Vediamo se qualcuno di fronte a queste prese in giro si deciderà a mobilitarsi oppure se verrà riproposta la solita gita dal Prefetto.

Redazione, 13 agosto 2015

vedi anche

Naspi in ritardo, migliaia di disoccupati senza sussidio: un altro regalo di Renzi

Disoccupazione: un’odissea chiamata Naspi?

AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito