Monday, May 22nd

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

Mercoledì 30: assemblea astensionista alla FAL

E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

organise

NON VOTARE, LOTTA!

Il dibattito sulla riforma istituzionale, e il referendum che si terrà domenica 4 dicembre, è centrale solo per il ceto politico preoccupato per la propria esistenza.

Il‭ ‬contrapporsi tra‭ ‘‬riforma‭’ ‬e‭ ‘‬conservazione‭’, tra “SI” e “NO” ‬occulta ‬la realtà delle forme di sfruttamento attuali; il rinnovamento di cui si parla è utile solo al Governo e alle classi dominanti, alle prese con i ricatti delle istituzioni sovranazionali e con le emergenze del sistema imperialistico mondiale.

Il risultato è distogliere l’attenzione delle masse dalle questioni che ci toccano dal vivo come gli ennesimi tagli alla sanità, già al collasso, o una politica estera sempre più guerrafondaia con nuovi bombardamenti in Libia e l’invio di 10 soldati in Lettonia.

La scarsa fiducia del movimento anarchico verso lo strumento referendario è accentuata nel caso del referendum del 4 dicembre perchè non si vota su una tematica sociale, bensì su una questione istituzionale.

Per noi l’azione isitituzionale , a qualunque livello, produce effetti nulli o del tutto irrisori a breve termine e nefasti a lungo termine .

L’esperienza e l’osservazione di fatti vicini e lontani rafforza questa nostra convinxzione .

L’esempio della Grecia dove il referendum sulle misure imposte al popolo greco dall’Unione Europea, è stato ignorato dallo stesso governo che lo aveva voluto e sostenuto.

In casa nostra come non ricordare le frustrazioni seguite ai referendum vinti sull’onda di mobilitazioni significative e importanti,‭ ‬come quello contro la privatizzazione dell’acqua,‭ ‬o di battaglie di opinione come quello sul finanziamento pubblico ai partiti vanificati dalle furberie della casta

I rapporti di forza si sono sempre modificati con la lotta diretta e la via elettorale ha sempre rappresentato il disarmo della conflittualità sociale.‭ ‬Con questa consapevolezza noi ci asteniamo.

Astenersi ‬vuol dire porre le basi per un’incisiva azione rivoluzionaria che colpisce ‬un sistema di governo che impone leggi e tasse,‭ ‬decise da una cerchia ristretta di privilegiati,‭ ‬indipendentemente ‭ ‬dalla volontà degli elettori.

Astenersi,‭ ‬per gli anarchici,‭ ‬vuol dire manifestare la volontà di non essere governati,‭ ‬vuol dire non rendersi corresponsabili dello sfruttamento e dell’oppressione,‭ ‬vuol dire volontà di una società di libere associazioni federate.

Non può esistere capitalismo senza Stato, non può esistere Stato senza capitalismo, ed entrambi non possono esistere senza lo sfruttamento crescente della classe operaia, senza l’accelerazione dei ritmi di lavoro e conseguentemente di vita, senza la crescente alienazione. Il dominio del capitale e dello Stato si risolve, prima o poi, nella guerra civile; nessuna elezione ha mai fermato questa dinamica. Il solo limite all’oppressione e alla violenza del governo è la forza che il proletariato e i ceti popolari, i movimenti di lotta sapranno opporgli.

L’astensione apre la strada all’unità dei movimenti di lotta e all’azione diretta nelle piazze.

Mercoledì 30 novembre, alle ore 21.00

in Via degli Asili 33

ASSEMBLEA ASTENSIONISTA

Federazione Anarchica Livornese

cdcfedanarchica Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Collettivo Anarchico Libertario

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. | http://collettivoanarchico.noblogs.org/

AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito