Friday, Jul 10th

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

Ponte Galeria, un sabato pomeriggio di rivolta nel C.I.E.

E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
ponte_galeriaRoma - Un sabato agitato quello del Centro di identificazione ed espulsione (Cie) di Ponte Galeria! I migranti rinchiusi in una delle nostrane galere etniche sono tornati a ribellarsi, a protestare contro le assurde loro condizioni di vita, contro la soppressione coatta della loro libertà.

Ritroviamo anche nella piccola sommossa di ieri elementi che ci confermano, certo non univocamente, come le proteste migranti dentro i Cie abbiano, soprattutto nell'ultimo anno, nonostante i livelli diversi da città a città, compiuto passi avanti nella costruzione e nella conduzione delle proteste. Il riot collettivo e la relazione con l'esterno tramite le radio di movimento piuttosto che l'autolesionismo individuale e l'impasse solitario. Due aspetti che hanno, nella specificità della rivolta ma anche più generalmente, la loro importanza: la comunicazione oltre i muri attraverso l'espressione della rabbia covata, la narrazione di destini nefasti attraverso le radio, l'interazione con il fuori solidale.

La protesta di ieri pomeriggio ha preso il via con l'arrivo di compagni e compagne fuori dal Cie: le donne sono state subito rinchiuse nei container, gli uomini invece sono riusciti a salire sui tetti della struttura. La polizia ha caricato più volte, sparando lacrimogeni, entrando nel centro con 2 camionette. Dopo 4 ore di resistenza i migranti erano ancora sui tetti, a bruciare materassi e lenzuola, a gridare libertà, facendo fallire il tentativo poliziesco di far concludere le proteste e far scendere i ragazzi dai tetti.

In serata i migranti scendono, molti vengono inseguiti e ammanettati faccia a terra dalla polizia. I migranti sapevano già che sarebbero stati puniti, ma ciò evidentemente non era un buon motivo per stare buoni ed in silenzio! Gli antirazzisti in presidio hanno lasciato le mura del Cie andando a bloccare i binari della linea Roma-Fiumicino, per poi concludere la giornata con un corteo spontaneo a Trastevere con in testa lo striscione "Chiudere tutti i lager".

Le corrispondenze di Radio Onda Rossa:

tratto da www.infoaut.org

14 marzo 2010

AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito