Tuesday, Jan 22nd

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

Il 7 aprile di Maurizio Gasparri

E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

fini-almirante-gasparriIl capogruppo del Pdl al senato non ha trovato di meglio che passare la domenica invocando un nuovo 7 aprile. Strana bestie gli esponenti del Pdl: per mesi ignorano le proteste studentesche poi, in meno di una settimana, passano da dichiarazioni da clima '77 a quelle sulla necessità di un 7 aprile.
C'è solo da chiedersi cosa inventeranno quando la protesta sociale dilagherà. Nel merito Gasparri si è beccato del fascista da Di Pietro e da Vendola. E qui in fondo si tratta di rivalutazione, del tutto involontaria, del significato del 7 aprile originario che fa capire i tempi in cui viviamo. Tempi in cui le certezze delle destre, praticamente tutti i partiti esistenti al netto della retorica, si stanno disgregando. Gasparri è stato criticato anche dal pm Pietro Calogero che del 7 aprile è stato l'architetto. Il fascista Calogero, bontà sua, ha parlato di paragone improponibile tra il '79 ed oggi. La proposta di Gasparri rivela però come le politiche di destra, e di quella da braccio teso, cerchi sempre legittimazione nei precedenti delle politiche di sinistra. Quelle, come l'operazione 7 aprile, messe in piedi ovviamente in nome della democrazia. Con il tempo probabilmente saranno proprio i Gasparri, con i loro continui richiami ai comportamenti della sinistra istituzionale che fu, a far capire che un trentennio di orrori in nome della "democrazia" (come hanno fatto Pci, Pds, Ds e Pd) è proprio da buttar via. Ma nel frattempo teniamoci Gasparri e non è detto che duri.
(red) 19 dicembre 2010

Link. Freda libero...Almirante stopper: cosa faceva Gasparri nel "lontano" 1993

la fonte

Fa discutere la proposta lanciata dal capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, che in una nota auspica un'azione preventiva contro i possibili capi dei gruppi di violenti protagonisti degli scontri di martedì scorso nella capitale. «Invece delle sciocchezze che vanno dicendo i vari Cascini e Palamara (rispettivamente segretario e presidente del sindacato delle toghe, ndr), qui ci vuole un sette aprile. Mi riferisco a quel giorno del 1978 in cui furono arrestati tanti capi dell'estrema sinistra collusi con il terrorismo».

L'esponente del Pdl rinvia al lontano 7 aprile 1979 (e non 1978 come lui ricorda) quando un blitz antiterrorismo portò all'arresto di 16 persone appartenenti ad Autonomia Operaia, segnando la fine dell'organizzazione. Tra gli altri finirono sotto processo Toni Negri, considerato il capo delle Br, Oreste Scalzone e Franco Piperno, i quali tuttavia, riusciranno a scappare in Francia.

Maroni: sarebbe stato più logico mantenere le misure restrittive. Polemica tra Alfano e Anm sull'ispezione

ll presidente dei senatori pidiellini scandisce bene le parole. «Qui serve una vasta e decisa azione preventiva. Si sa chi c'è dietro la violenza scoppiata a Roma. Tutti i centri sociali i cui nomi sono ben noti città per città. La sinistra, per coprire i violenti, ha mentito parlando di infiltrati. Bugie. Per non far vivere all'Italia nuove stagioni di terrore occorre agire con immediatezza. Chi protesta in modo pacifico e democratico va diviso dai vasti gruppi di violenti criminali che costellano l'area della sinistra. Solo un deciso intervento può difendere l'Italia».

Ma la proposta di La Russa viene subito condannata dall'opposizione. «Gasparri è un irresponsabile che gioca con il fuoco - replica in una nota il responsabile Giustizia del Pd, Andrea Orlando -. A fronte di un malessere sociale che necessiterebbe risposte politiche, la destra sa offrire assurde ricette poliziesche». Mentre Nichi Vendola, intervenendo da Lucia Annunziata a "In mezz'ora", attacca a muso. «Con la sua consueta finezza, Gasparri propone la riesumazione dell'arresto preventivo. È un annuncio di fascismo». E anche il presidente nazionale dei verdi, Angelo Bonelli, bolla la soluzione. «Gasparri fascista era e fascista è rimasto».

continua su

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2010-12-19/scontri-roma-gasparri-invoca-150136.shtml?uuid=AYXLS8sC

AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito