Saturday, Apr 21st

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

"Idea d'amor": riparte la stagione del Teatro Refugio con un omaggio a Pietro Gori

E-mail
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 

IMG 0755 ok“IDEA D'AMOR libere visioni dell'anarchico Pietro Gori” è la prima autoproduzione teatrale del Teatrofficina Refugio, spazio autogestito, autofinanziato e antifascista attivo da nove anni a Livorno.

Lo spettacolo coglie la tensione dell’anarchico Gori nel voler conciliare la propria intensa attività politica con l’altrettanto forte esigenza espressiva ed artistica e riunisce visioni d’anarchia che muovono da precisi riferimenti ai testi di Gori, conferenze, comizi, scritti teorici, ma anche poesie, canzoni, memorie. Una mise en scène che usa un linguaggio ardente e ricco di suggestioni e che riesce a comunicare potentemente l’idea d’amor, la sintesi di pensiero e sentimento che da oltre un secolo costituisce l’ideale anarchico. La scena iniziale si apre su un circo in cui gli artisti rifiutano di essere attrazioni e scelgono di comunicare invece idee, sogni e desideri. Presto rimaniamo soli con Gori nel carcere dei Domenicani di Livorno dove appena venticinquenne, subisce la prima detenzione in occasione del 1° Maggio. “Ma il pensiero va via” oltre le mura del carcere e ci accompagna verso vari momenti della vita di Gori: dai ricordi emozionati del 1° Maggio, al forte e doloroso legame con Sante Caserio, alla denuncia della repressione, caratterizzata non solo dalla brutalità dei governi, ma anche da quella di una cultura che tenta di criminalizzare gli anarchici tramite la pseudoscienza. Sempre seguendo il flusso di coscienza che è coscienza collettiva, “IDEA D’AMOR” offre la libera visione goriana sull’internazionalismo, la solidarietà tra lavoratori, la rivolta contro la guerra, portando in scena l’orgoglio degli esuli che imparano a vivere senza patria e sperimentano, tra Europa e Americhe, nuove rotte che possano condurre verso una società nuova, libera dal bisogno e illuminata dall’arte.

Evento fb: https://www.facebook.com/events/406713139524194/410583799137128/

La prima nazionale andrà in scena alle 22 di giovedì 24 settembre al Teatrofficina Refugio (Scali del Refugio, 8) a Livorno. Repliche ogni sera fino a mercoledì 30 settembre.

Ingresso 5 euro, durata 50min.

Studio e ricerche a cura di Teatrofficina Refugio e Federazione Anarchica Livornese

testi di Pietro Gori

adattamento Emiliano Dominici e Patrizia Nesti

musiche originali Alessandra Falca

con: Paolo Spartaco Palazzi, Alessandra Falca, Emilia Trevisani, Assad Zaman, Giacomo La Rosa,

Chiara Lazzerini, Riccardo Prianti, Romeo Domilici

aiuto regia Elisabetta Cipolli

capo tecnico Selvaggio Casella

luci Martina Di Domenico

regia Emiliano Dominici

illustrazione di locandina: Valentina Restivo

http://www.pietrogoriateatro.org/

AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito