Monday, Oct 22nd

Last update:03:43:25 PM GMT

You are here:

“Questa storia non mi piace”: ultima fase

E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

AntonyPP600x600Dopo l'ultima proiezione dal vivo di “Questa Storia non mi piace! Storia degli spazi sociali a Livorno dagli anni '80 al 1993”, il documentario della Anthony Perkins Productions realizzato tra il 2011 ed il 2013, può partire la fase conclusiva, già annunciata sin dalle prime presentazioni di materiale provvisorio (alcuni montaggi “in corso” che potrete già trovare sul nostro Vimeo) in alcuni spazi occupati sia temporanei che provvisori a Livorno.

Il video nel frattempo è stato presentato a Livorno al TOR, alla Ex Caserma Occupata, Al Teatro delle Commedie (dove si conclude la storia che il doc racconta), agli Orti Urbani, a Pisa al Newroz ed al Cantiere S. Bernardo, A Milano a Casa Gorizia, a Monza al FOA Boccaccio.

Si sono cercate altre occasioni – tutte in spazi occupati – ma anche di fronte a risposte affermative non si è arrivati ad una realizzazione della proiezione : questo è dunque il momento di consegnare tutto il materiale prodotto alla visione, riflessione ed uso di tutti.

Le varie interviste, montate in maniera raw – bisogna tener conto che sono materiale per un lavoro, non un prodotto finito – sono state compresse in formato atto al web e saranno caricate sul succitato Vimeo della App, dopodiché, previo consenso degli interessati, saranno rese visibili in rete.

Ad esse seguiranno altri materiali, soprattutto filmati d'epoca - già adesso trovate là “Tutti a casa?” primo doc della app dedicato alle attività del Collettivo Spazi Sociali fine '80 – parzialmente visibili nel documentario completo.

Lo sviluppo di tale fase, che inizierà a Settembre, sarà annunciato via mail, dalla pagina APP di Fb, dal tumblr dedicato specificatamente a questo lavoro (in nota tutti i riferimenti).

Mi sembra il caso, inoltre, di spiegare pubblicamente quello che ho già spiegato alle presentazioni, cioè il criterio secondo cui ho scelto gli intervistati, facendo una premessa duplice : non sono tutti quelli che hanno partecipato a questa storia da ogni lato lo si prenda, né sono tutti di un lato solo, quello di chi richiede spazi di aggregazione autogestiti.

Parto dall'inizio, l'idea di un documentario mi è venuta all'improvviso, perché mi erano state richieste le riprese dell'archivio App per un lavoro sugli spazi ed ho deciso di farlo io, perché la App nacque al Godzilla nel 1990 proprio per documentare le attività del Collettivo Spazi Sociali con le immagini : anche se non esisteva più da tempo come crew, ma come “stato della mente”, era giusto che fosse lei a fare questo lavoro nel 2011, anche ripercorrendo le testimonianze presenti di chi c'era nel passato.

Da questa considerazione è nato un primo elenco di nomi di persone da intervistare, condiviso con altri che hanno collaborato alla realizzazione del documentario (Walter, Enrico), un elenco di nomi che quasi subito è venuto secondo il pensiero che poi ho formalizzato a breve distanza : solo una parte, la nostra, solo persone che hanno partecipato al Collettivo in quanto tale, cioè ritenendo prioritaria per loro gli spazi (in vario modo, secondo la storia bizzarra del Collettivo) di fronte anche ad esigenze di altro genere. Questo ha reso necessario escludere persone importanti (e che si vedono nel doc magari) come i musicisti, come i membri di gruppi politici che passavano per il Centro e per le assemblee (per cui c'era un altro interesse preponderante, dunque).

E' quindi un lavoro di parte, dichiaratamente ed orgogliosamente, me ne prendo tutta la responsabilità che ne consegue, però, come si vede già nel documentario e di più nelle interviste, in realtà molti sono i punti di vista che riflettono esattamente il carattere “pazzoide” del collettivo, si scampa assolutamente così dal rischio dell'autoagiografia e dalla nostalgia sterile.

Mancano anche così diversi nomi, ma alcuni non hanno accettato l'intervista, altri hanno scelto di non farla vedere (per ora), altri ancora sono rimasti fuori per ragione di accordi/tempo, sono gli incerti di lavori come questo.

Nulla vieta a qualcuno di proporre altri interventi/testimonianze/materiali/riflessioni... utilizzando principalmente il tumblr, ma anche la mail od altro, anzi sarebbe assai gradito ed utile

Falco Ranuli


 

Riferimenti utili :

la mail della Anthony Perkins Productions : Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

L'Album di Vimeo dove finirà tutto il materiale inerente al documentario: https://vimeo.com/album/3080411

Il tumblr del progetto, dove si linkerà tutto, dove finiranno contributi di altro genere che arriveranno oppure il luogo dove indirizzare commenti : http://questastorianonmipiace.tumblr.com/


Leggi anche:

Questa storia ci piace: La APP racconta gli spazi sociali a livorno dagli anni '80 al 1993

1993: Odissea nello spazio. Un percorso a ritroso di 20 anni per ricordare un anno cruciale per la città.

20 aprile 1993: Maurizio Tortorici non lo dimentichiamo

Ottobre 1993: Oscurati dalle nuvole

Dicembre '93: C'era una volta il Teatrino Occupato

“..esattamente quanto costa amare un centro sociale”

Autunno 1993, l’ultimo sciopero generale del comprensorio che insegna molto alla Livorno di oggi


 

AddThis Social Bookmark Button

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy..

Accetto cookies da questo sito